Agevolazioni sulle tariffe energetiche

bonus tariffe energetiche

Dal 1° luglio 2007, in Italia, come nel resto d'Europa è scattata la completa liberalizzazione della domanda di energia, in attuazione delle Direttive UE 54 (elettricità) e 55 (gas) del 2003.

Ogni famiglia può, quindi, rivolgersi al venditore che propone l'offerta ritenuta più interessante.

Il Ministero dello Sviluppo economico, secondo modalità definite dall'Autorità per l'energia elettrica ed il gas, ha introdotto due misure sociali per dare sostegno ad alcune categorie economicamente disagiate. In particolare, sono previsti un "Bonus elettrico" e un "Bonus gas".

Le domande devono essere presentate all'Ufficio Tributi.

Bonus elettrico

E' uno strumento introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia con la collaborazione dei Comuni, per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l'energia elettrica. Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all'utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento della vita.              

Possono accedere al bonus tutti i clienti intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 KW per un numero di familiari con la stessa residenza fino a 4, o fino a 4,5 KW, per un numero di familiari con la stessa residenza superiore a 4, e:

  1. appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7.500,00 euro;
  2. appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000,00 euro;
  3. presso i quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita, in questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata

Il valore del bonus è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia e per l'anno 2010 è di:

  1. 56,00 euro per una famiglia di 1 o 2 persone;
  2. 72,00 euro per 3 o 4 persone;
  3. 124,00 euro per più di 4 persone;
  4. per i soggetti in gravi condizioni di salute il valore del bonus per l'anno 2009 è di 138,00 euro

Per richiedere il bonus occorre compilare l'apposita modulistica e consegnarla al proprio Comune di residenza.

I moduli sono scaricabili sul sito www.autorita.energia.it/it/bonus_sociale.htm (nella sezione moduli) o reperibili presso i Comuni o sul sito del Ministero per lo Sviluppo economico (http://www.sviluppoeconomico.gov.it/)

Allegati

Bonus gas

E' una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia, con la collaborazione dei Comuni. Il bonus vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell'abitazione di residenza.

Il bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE::

  1. non superiore a 7.500,00 euro;
  2. non superiore a 20.000,00 euro per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico);

Il valore del bonus è differenziato:

  1. per tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda; solo riscaldamento; oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme);
  2. per numero di persone residenti nella stessa abitazione;
  3. per zona climatica di residenza;
  4. per i soggetti in gravi condizioni di salute il valore del bonus per l'anno 2009 è di 138,00 euro

Per fare domanda occorre compilare gli appositi moduli e consegnarli al proprio Comune di residenza.

I moduli sono scaricabili sul sito www.autorita.energia.it/it/bonus_gas.htm  (nella sezione moduli) o reperibili presso i Comuni o sul sito del Ministero per lo Sviluppo economico (http://www.sviluppoeconomico.gov.it/).

Allegati

Modulistica