Les Chanteurs d'Aymavilles

La sua nascita, alla quale risulta difficile associare una data precisa, coincide probabilmente con l'unificazione delle due chiese, Saint Martin e Saint Léger, in un'unica parrocchia, quella di Saint Martin.

Fu proprio il parroco Don Tutel Anselmo, quando, negli anni sessanta, affidandone la direzione al compianto sig. Guido Bordet, a dare un nuovo impulso ad un nutrito gruppo di voci maschili che affrontando con rara maestria soprattutto il canto gregoriano.

Nel 1973, l'allora parroco Don Luigi Maquignaz, tramite anche dei buoni uffici del sig. Guido Bordet, ne affidò la direzione al prof. François Grivel, con il quale il coro assunse una fisionomia di coro misto, vista la presenza di un numeroso gruppo di voci bianche e femminili.

Il coro si cimentò con profitto nella esecuzione del canto polifonico sia nella musica sacra che profana. Partecipando con successo ai concorsi annuali delle "Floralies Vocales".

Esaurito il mandato del prof. Grivel, negli anni ottanta, conobbe una breve parentesi con il prof. Paolo Manfrin, dopodiché, l'incarico di direttore venne affidato al sig. Giovanni Marco Bordet, che ne cura l'attuale attività.

Il coro, composto da 30 elementi prosegue nella tradizionale cura del repertorio gregoriano, e degli autori classici e moderni di musica sacra e profana, con l'obiettivo di mantenere vivo nel nostro paese e particolarmente tra i giovani, il gusto per la musica inteso come momento di aggregazione sociale e spirituale.