Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Aymavilles: itinerari per scoprire il territorio

Itinerari e percorsi tematici per scoprire e conoscere il territorio del comune diAymavilles, in Valle d'Aosta.

I grandi monumenti

Castello di Aymavilles

Itinerario artistico-culturale: I grandi monumenti

Chiesa di Saint Léger - Ponte romano del Pondel - Ozein e tornalla - Castello - Saint Léger

  • Periodo Consigliato: Aprile - Ottobre
  • Partenza/Arrivo: Aymavilles (643 mt.) Località Chiesa di Saint Léger
  • Tappe Intermedie: Pont d'Ael (892 mt.), Ozein (1369 mt.) Castello di Aymavilles (650 mt)
  • Dislivello: 726 m

Il percorso a piedi

  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Segnavia: 2, 2A, 8D e 8
  • Durata intero anello: 4h00
  • Parcheggio auto: in prossimità della Chiesa di Saint Léger, lungo la strada regionale per Cogne, parcheggio libero e gratuito
  • In autobus da Aosta: linea n. 2 fermata Loc. Fournier
  • In pullman da Cogne: linea Aosta - Cogne fermata loc. Fournier

L'escursione inizia con la visita della Chiesa di Saint Léger e dell'interessantecripta annessa alla struttura.

Alle spalle della Chiesa, tra il campo da calcio e la Microcomunità, si scorge il sentiero che costeggiando il canale per circa 100 m scende ripido sul ponte della strada che conduce a Villeneuve. Superato il ponte sul torrente Grand-Eyvia, prendere a sinistra, accanto ad una piccola costruzione denominata Baracca Marèse, la mulattiera n. 2 che sale. In corrispondenza di un crocevia trascurare sulla destra il n. 2 per località La Cote e continuare sulla sinistra sull'itinerario n. 2A fino a raggiungere la carrozzabile che conduce alla cascina Seyssogne. Imboccata la strada verso sinistra, la si abbandona ora sulla sinistra, aggirando la cinta muraria della costruzione. Il percorso prosegue all'interno del bosco risalendo il torrente. Dopo aver intersecato il sentiero proveniente da Camagne, si attraversa un piccolo ponte in metallo, quindi si risale ripidamente a lato di una parete rocciosa e si raggiunge una galleria, realizzata per attraversare la cascata che si forma a seguito dello scarico delle acque dal bacino idrico soprastante. All'uscita, il percorso scende lievemente fino a pervenire al ponte romano dell'acquedotto di Pont d'Ael ed al villaggio omonimo.

Attraversato il villaggio di Pondel si imbocca un sentiero che si inerpica nei radi boschi sulla destra orografica della vallata e giunge sulla SR47 per Cogne. Si segue la strada per alcune centinaia di metri e si imbocca a sinistra un sentiero ben tracciato che porta al villaggio di Serignan da dove si prosegue per Ozein. Qui nel centro del villaggio si può vedere l'edificio chiamato "Tornalla". Da Ozein seguire, in discesa verso Aymavilles, il sentiero n. 8 che si imbocca alle spalle della chiesa ed arriva, passando per alcuni alpeggi di mezza quota, in località Champsolin. Da qui si attraversano le frazioni di La Roche e Bettex, sulla destra, per arrivare all'imponente complesso del Castello di Aymavilles. Ritornare alla Chiesa di Saint Léger lungo la SR per Cogne servendosi del comodo marciapiedi.

Il percorso in auto

  • Itinerario: SR 47 per Cogne
  • Durata della visita: 2h30

Dalla Chiesa di Saint Léger proseguire lungo la SR in direzione Cogne per circa 4 km, fino all'indicazione, sulla vostra destra, della Frazione Pondel. Potrete lasciare l'auto nel parcheggio libero e gratuito, all'inizio dell'abitato.

Dopo la visita riportarsi sulla strada regionale e proseguire per circa 1 km sempre in direzione Cogne. Sulla sinistra seguire il bivio con direzione Ozein, quindi lasciare la macchina nel piazzale antistante la chiesa e visitare a piedi la frazione.

Discesa lungo lo stesso percorso verso Aymavilles fermandosi in località Bettex, dove è possibile lasciare l'auto in prossimità del castello.

Le cappelle

Aymavilles: itinerario religioso

Itinerario religioso: Le cappelle

Montbel - Atoueyo Berrio Blan - Turlin - Ozein - Travesa - Comba Pouyeisa - Bettex - Montbel

  • Periodo Consigliato: Aprile - Ottobre
  • Partenza/Arrivo: Aymavilles, Località Montbel (747 mt)
  • Tappe Intermedie: Turlin (1515 mt.), Ozein (1369 mt.)
  • Dislivello: 768 m

Il percorso a piedi

  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Segnavia: 1, 8C e 8
  • Durata intero anello: 3h30
  • Parcheggio auto: in Loc Montbel parcheggio libero e gratuito
  • In autobus da Aosta: linea n. 2 fermata Loc. Bettex, poi a piedi attraversando Loc. Croux fino a Loc. Montbel
  • In pullman da Cogne: linea Aosta - Cogne fermata Loc. Bettex, poi a piedi attraversando Loc. Croux fino a Loc. Montbel

L'itinerario non è altro che il vecchio sentiero che i contadini di Aymavilles usavano per raggiungere gli alpeggi. Viste le credenze popolari legate a streghe, fate ed eventi sovrannaturali e la forte religiosità dei montanari, i percorsi un tempo utilizzati sono costellati da cappelle, altari votivi, edicole ed altri simboli di protezione contro le forze del male.

Raggiunta la località Montbel in auto, imboccare in cima al villaggio, dalla parte del bosco, l'itinerario n. 1. Dopo i primi 15 minuti di cammino si arriva all'oratorio Berio Blan da cui si può godere di una splendida vista sul centro della valle. Il sentiero prosegue attraversando il bosco e conduce alla frazione di Turlin Dessous conca panoramica. Attraversata la frazione, si sale fino ad incontrare una poderale che si segue sulla destra alla volta di Turlin Dessus. In entrambe le frazioni si trovano due graziose cappelle.

Il tracciato prosegue scendendo verso l'abitato di Ozein dove si nota la chiesetta nel centro del paese. All'inizio della strada che conduce a Ozein ci si può fermare per un pic nic ai bordi del laghetto che si trova sopra la strada a sinistra scendendo Si scende poi seguendo il segnavia n. 8  verso Aymavilles. Poco dopo aver incrociato la strada comunale per la prima volta, il sentiero passa sotto una piccola costruzione votiva disposta ad arco sita in località La Travesa. In corrispondenza del secondo attraversamento della strada comunale, si notano sulla parete calcarea di sinistra diverse nicchie in cui sono state poste statuette votive. Si prosegue lungo il sentiero fino agli alpeggi chiamati Noveilloz, a questo punto si segue la strada poderale che conduce in località La Poya, dove, prima di attraversare l'abitato si passa sotto un altro altare doppio nominato Comba Pouyeisa. Usciti dall'abitato si percorre la SR 47 per circa 200 m fino a quando, sul lato opposto si incontra il sentiero che conduce in Loc Campsolin, da qui si scende passando per gli abitati de La Roche e Bettex dove si notano altrecappelle votive. Da Loc Bettex si risale nuovamente a Loc Croux per arrivare a chiudere il percorso in località Montbel.

Sapori e profumi divini

Vigneti Aymavilles

Itinerario enogastronomico: Sapori e profumi divini

Percorso nel paese di Aymavilles

  • Periodo Consigliato: Tutto l'anno
  • Partenza/Arrivo: Aymavilles (643 mt.) Località Cretaz - Saint Martin
  • Dislivello: 100 m

Il percorso a piedi

  • Difficoltà: T - Turistico
  • Segnavia: 9
  • Durata intero anello: 0h30
  • Parcheggio auto: in loc. Les Crêtes, lungo la strada regionale per Gressan, parcheggio libero e gratuito
  • In autobus da Aosta: linea n. 2 fermata Loc. Cretaz - Saint Martin
  • In pullman da Cogne: linea Aosta - Cogne fermata loc. Cretaz - Saint Martin

Il tracciato si snoda lungo le strade poderali che uniscono i vari vigneti ed i meleti per compiere l'intero giro del cocuzzolo nominato Les Crêtes. Il tracciato è molto semplice, ma allo stesso tempo estremamente panoramico e interessante dal punto di vista delle diverse lavorazioni, non è raro infatti trovare degli agricoltori al lavoro, delle arnie di api, delle mucche al pascolo o semplicemente degli amanti della natura a passeggio.

Il percorso in auto

  • Itinerario: SR 20 per Gressan e poi strade Comunali
  • Durata della visita: 2h30

Tale itinerario è proposto in auto perché molti punti non sono coperti o raggiungibili tramite sentiero e perché le aziende citate dispongono di un punto vendita presso il quale si possono acquistare direttamente i prodotti.

Dalla Loc. Cretaz Saint Martin girare a sinistra seguendo la strada per Gressan. Dopo circa 50 m. troviamo la prima cantina vinicola, l'azienda Didier Gerbelle.

Proseguendo oltre sempre in direzione Gressan, si trova sul lato opposto della strada l'azienda agricola Crêtes.

Circa 1 km dopo la cantina Les Crêtes, svoltare a destra seguendo le indicazioni per la cantina Cave Cooperative des Onze Communes, sovrastata dalla struttura del produttore privato Jerusel Omar. Costeggiare il Castello per riportarsi sulla SR 47 per Cogne in direzione Aymavilles e subito dopo, sulla sinistra, ci si può fermare presso la cantina di Teppex Manuel, produttore oltre che di vino anche di miele.

Il Parco a portata di mano

Parco del Gran Paradiso

Itinerario natura: Il Parco a portata di mano

Vieyes - Alpeggi Nomenon - Bivacco Gontier - Chantel - Sylvenoire - Vieyes

  • Periodo Consigliato: Aprile - Ottobre
  • Partenza/Arrivo: Vieyes (1150 mt.)
  • Tappe Intermedie: Bivacco Gontier (2323 mt.), Chantel (1999 mt.)
  • Dislivello: 1173 m

Il percorso a piedi

  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Segnavia: 5, 5A e 4
  • Durata intero anello: 4h30
  • Parcheggio auto: in località Vieyes, nel centro dell'abitato parcheggio libero e gratuito
  • In pullman da Cogne: linea Aosta - Cogne fermata loc. Vieyes

La quasi totalità del tracciato è all'interno dell'area protetta del Parco Nazionale del Gran Paradiso. In località Grand Nomenon e Chantel segnaliamo inoltre la presenza di due casotti delle Guardie del Parco.

Da Vieyes, seguire il sentiero che sale nel bosco verso le case di Plan Pessey e continua in piano fino al bivio per l'alpeggio Leutta. A questo punto bisogna invece proseguire nel bosco costeggiando il torrente, passando accanto ad alcuni casolari abbandonati per poi attraversare il torrente portandosi verso le case del Nomenon. Attraversare il torrente su di una passerella in legno e continuare a salire costeggiando il torrente si arriva all'alpeggio Grand Nomenon dove sorge il bivacco Gontier. Posti letto: 12. Apertura: chiavi presso Elio Gontier tel. + 39 0165/902259

Dal Bivacco Gontier seguire sulla sinistra orografica il tracciato 5A che porta verso la radura del casotto Chantel del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Lungo il sentiero n. 4 si discende, in un fitto di bosco di abete bianco e abete rosso verso la radura di Plan Pessey e Sylvenoire, quindi verso Vieyes.

Per accorciare l'itinerario di circa 1 ora si può partire direttamente dalla frazione di Sylvenoire.

Montagna a tutto tondo

Montagne Aymavilles

Itinerario panoramico: Montagna a tutto tondo

Ozein - La Pierre - Punta del Drinc

  • Periodo Consigliato: Tutto l'anno
  • Partenza/Arrivo: Fraz. Ozein in Loc. Dailley (1369 mt.)
  • Tappe Intermedie: Alpe la Pierre (2081 mt.), Punta la Pierre (2653 mt.), Punta del Drinc (2663 mt)
  • Dislivello: 1294 m

Il percorso

A piedi, con le ciaspole, con le pelli di foca, in moutain bike (fino a La Pierre).

  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Segnavia: 8 e 1
  • Durata intero anello: 6h30
  • Parcheggio auto: in località Ozein, lungo la strada per Turlin, piazzole libere e gratuite

Tale itinerario ha il pregio di poter essere percorso durante tutto l'anno e, a seconda delle stagioni, di potervi praticare sport diversi. La vista panoramica a 360° su tutta la Valle d'Aosta e sulle cime più alte d'Europa è sicuramente una delle migliori che possiate immaginare.

Raggiunta la località di Ozein e lasciata l'auto nel parcheggio, imboccare l'itinerario n. 8 che, seguendo la strada asfaltata e tagliandone alcuni tornanti, sale alla frazione Chanté. Da qui continuando nel bosco si raggiunge località La Ruy. A monte degli alpeggi, si imbocca la strada sterrata che sale per abbandonarla, dopo alcune centinaia di metri, alla volta del sentiero sulla sinistra per l'alpe La Pierre. Ora, proseguendo lungo il medesimo itinerario, si guadagna la cresta in corrispondenza di un colle e imboccando il sentiero n. 1 sulla sinistra si raggiunge la Pointe de la Pierre. Si continua percorrendo la stessa cresta e si arriva al punto più alto, la Punta del Drinc.

Da questo punto si può ammirare tutta la profondità della Valle di Cogne con ilGran Paradiso, il Monte Bianco, il Grand Combin, il Cervino, il ghiacciaio delMonte Rosa ma anche Aosta nella sua conca. La discesa viene fatta seguendo lo stesso itinerario.

Torna su