Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Sport ed escursioni in contatto con la natura

A Aymavilles, in Valle d'Aosta, una vacanza in montagna perfetta per tenersi in forma con sport ed escursioni nella natura, circondati dal verde di vigneti, frutteti, prati, pascoli e boschi.

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso

Parco del Gran Paradiso

Il Gran Paradiso è il primo Parco Nazionale della penisola, si sviluppa a quote comprese tra gli 800 e 4061 metri della vetta del Gran Paradiso, l'unico "quattromila" interamente italiano, massiccio possente che s'innalza con spettacolari ghiacciai tra Piemonte e Valle d'Aosta. Un nome fortemente evocativo, per un vero paradiso della natura e della montagna.

Il Parco Nazionale Gran Paradiso, grazie alla varietà delle sue strutture geologiche e alla molteplicità dei suoi aspetti climatici, è un vero e proprio museo vivente, ove in breve spazio, si raccolgono esemplari della flora e della fauna che provengono da tempi e da terre molto lontani, in quanto la posizione geografica ne fa il crocevia di correnti botaniche e faunistiche di origine artica, eurasiatica e mediterranea.

Il vero simbolo del Parco è lo stambecco (Capra ibex) che si può avvistare facilmente in tutta l'area protetta. Oltre allo stambecco sono presenti anche il camoscio, la marmotta, l'aquila reale, l'ermellino, la lepre e la pernice bianca, solo per citarne alcuni.

Il Parco, una volta riserva di caccia del Re Vittorio Emanuele di Savoia, si realizzò tramite la promulgazione del regio decreto del 3 Dicembre 1922 che, all'art. 1 dichiarava "Viene costituito il Parco Nazionale del Gran Paradiso con lo scopo di conservare la fauna e la flora, preservarne le speciali formazioni geologiche nonché la bellezza del paesaggio".

Una parte interessante del territorio del Comune di Aymavilles è compresa nell'area del Parco. Sono molti i sentieri percorribili inclusi nell'area protetta, il più suggestivo è sicuramente quello che sale verso il Bivacco Gontier, da cui si gode un'eccezionale vista sulla Grivola, la cui pittoresca parete nord è interamente sul territorio di Aymavilles.

Il paese è inoltre compreso nell'area di pertinenza della Fondation Gran Paradische ha come obiettivo la promozione turistica delle risorse del parco sul territorio valdostano.

Fauna del Parco

Il Bivacco Gontier

Bivacco Gontier

Il Bivacco Gontier è nato grazie all’iniziativa di un gruppo di giovani di Aymavilles per ricordare il loro caro amico Mario. La famiglia ed una cerchia di amici si sono uniti a questi ragazzi per realizzarlo. Tutti hanno prestato volontariamente la loro mano d’opera.
E' ubicato nel vallone del Grand Nomenon a 2.310 m di altitudine, offre 6 posti letto. Il percorso è classificato come difficoltà E.
La Famiglia Gontier è a disposizione per fornire le chiavi di accesso al Bivacco:

Fraz. Saint-Maurice, 5
11010 Aymavilles (Ao)
Tel: +39 0165 702259
Cell: +39 338 1771841

Le emozioni del rafting in Valle d'Aosta

Rafting lungo la Dora, Valle d'Aosta

Aymavilles è in posizione favorevole per praticarerafting, qui infatti il tratto di Dora si presta in modo particolare per divertenti discese sull'acqua.

Nel rafting si utilizza un gommone per la discesa del fiume, affrontando rapide e salti, trasportati dalla forza della corrente. Il gommone è tecnicamente studiato e strutturato per la discesa fluviale, manovrabile in equipaggio con il coordinamento di una Guida della Federazione Italiana Rafting. Con il rafting si può scoprire la bellezza di affrontare con il giusto spirito di squadra le emozionanti rapide del fiume. A bordo del gommone, proverete il brivido di cavalcare rapide e strettoie. Vivrete una irripetibile emozione in totale sicurezza, affiancati da guide esperte.

Le guide del Centro Rafting GPEmotions di Aymavilles sono a disposizione per accompagnare, adulti e bambini, in un'esperienza piena di vive emozioni e soddisfazione.

La gioia e l'entusiasmo dimostrato da chi ha provato questa esperienza spinge le guide a compiere con sempre rinnovata passione questa attività di gioco e scoperta.

Per informazioni e prenotazioni:
Grand Paradis Emotions
Fraz. Clos Savin, 1
11010 Aymavilles (Ao)
Tel: +39 0165 906005
Cell: +39 329 5989266
E-Mail: info@gpemotion.com

I percorsi in mountain bike

MTB

Diversi itinerari ciclistici sono stati tracciati nel fondovalle tra i vigneti e, per chi vuole pedalare un po' di più, un anello è stato individuato da Aymavilles, con salita fino ad Ozein, Turlin e Pila.

Nella conosciuta stazione sciistica, votata d'estate proprio alle mountain bike, sono ben 12 gli itinerari di cross country che si possono sfruttare oltre ad una discesa free ride su Aosta, 3 tracciati con 4 varianti di down hill e un bike park per neofiti ed esperti.

Trekking nel territorio di Aymavilles

Trekking montagna

Quando si parla di escursioni normalmente si pensa a sentieri tracciati a quote più elevate ma per tutti gli appassionati di trekking anche un paese come Aymavilles ha degli itinerari eccellenti da proporre, senza dimenticare la possibilità di effettuare passeggiate sul fondovalle gustando l'alternarsi di radure, boschi e coltivazioni. Ecco alcuni itinerari escursionistici:

  1. Montbel (747 mt) - Turlin (1466 mt).
    Questo itinerario non è altro che il vecchio sentiero che i contadini di Aymavilles usavano per raggiungere gli alpeggi. Ora che la strada permette alle vetture di raggiungere Turlin passando da Ozein, il sentiero ha perso quasi tutta la sua utilità, ma rimane comunque una bella passeggiata attraverso il bosco, con una bella vista panoramica sul centro della valle.
    Dopo aver raggiunto località Montbel in auto, in comune di Aymavilles, imboccare in cima al villaggio, dalla parte del bosco, l'itinerario n° 1 che, attraversando il bosco, conduce alla frazione di Turlin Dessous. Attraversata la frazione, si sale fino ad incontrare una poderale che si segue sulla destra alla volta di Turlin Dessus. Tempo di percorrenza ore 2.
  2. Chabloz (700 mt) - Turlin - Pro di Cornes - Tramuail del Romperein - Pointe de la Pierre (2653 mt).
    Partendo dalla frazione Chabloz, a monte del Castello di Aymavilles, si imbocca la comoda ed agevole mulattiera che costeggia per un breve tratto lo scarico del canale irriguo e si immette poi nel bosco pino silvestre. Con percorso agevole si giunge presso la Cappella di Turlin Desot. Si continua poi a monte dell'abitato di Turlin e si imbocca un sentiero del bosco che si dirige verso Ovest. Dopo essere usciti sui pascoli dell'alpe Romperein si risale verso sud fino in punta al grande panettone erboso della Punta della Pierre. Tempo di percorrenza ore 4. Continuando con agevole e panoramico percorso in cresta in direzione sud-ovest si arriva al colle del Drink dove si incontra l'itinerario n. 2.
  3. Champsolin (700 mt) - Ozein - Alpe La Pierre - Colle del Drink (2555 mt) - collegamento con sentieri di Cogne.
    Dalla frazione Champsolin sulla S.R. per Cogne si imbocca sulla sinistra la mulattiera che passando da diversi Mayen giunge ad Ozein. Imboccare l'itinerario n. 8 che, seguendo la strada asfaltata e tagliandone alcuni tornanti, sale alla frazione Chanté. Da qui continuando nel bosco si raggiunge località La Ruy. A monte degli alpeggi, si imbocca la strada sterrata che sale e la si abbandona dopo alcune centinaia di metri alla volta del sentiero sulla sinistra per l'alpe La Pierre. Proseguendo lungo il medesimo itinerario, si guadagna la cresta in corrispondenza di un colle e imboccando il sentiero n. 1 sulla sinistra si raggiunge la Pointe de la Pierre dove il sentiero prosegue per Cogne o scende nella conca di Pila. Tempo di percorrenza ore 4.
  4. Traversa del Ru d'Arberioz. (950 mt).
    Tranquilla passeggiata pianeggiante di circa 3 km sulla stradina poderale che segue il tracciato del canale irriguo. Tempo di percorrenza ore 1.
  5. Pondel (890 mt) - Cerignan - Ozein (1350 mt).
    Dal villaggio Pondel di Aymavilles si imbocca un sentiero che si inerpica nei radi boschi sulla destra orografica della vallata e giunge sulla S.R. per Cogne. Si segue la strada per alcune centinaia di metri e si imbocca a sinistra un sentiero ben tracciato che porta al villaggio di Serignan da dove si prosegue per Ozein. Tempo di percorrenza ore 1,5.
  6. Baracca Marese (600 mt) - Issogne - Camagne - Pondel.
    Sulla strada da Aymavilles verso Villeneuve appena dopo il ponte sulla Grand'Eyvia si imbocca a sinistra un sentiero che conduce alle cascine di Issogne. Si prosegue in piano per addentrarsi nell'imbocco della vallata di Cogne dove il sentiero sale fino alla base di una parete rocciosa in cui è stata scavata una galleria di circa 60 metri che permette di attraversare la cascata d'acqua proveniente da un canale. Oltre la galleria, in breve il sentiero conduce all'abitato del Pondel. Tempo di percorrenza ore 1,5.
  7. Baracca Marese (600 mt) - Champleval - Grand Poignon (1568 mt).
    Imboccato il sentiero precedente non si devia verso le cascine di Issogne ma si segue il sentiero principale che passando dai villaggi di Champleval dessous e dessus giunge al Mont Poignon e in seguito a Grand Poignon. Tempo di percorrenza ore 2.
  8. Pondel (893 mt) - Grand Poignon (1567 mt).
    Raggiunta la Frazione di Pont d'Ael, attraversare prima il piccolo borgo quindi il torrente Grand Eyvia sul ponte acquedotto romano ed imboccare il sentiero di sinistra n.2B che sale verso la valle di Cogne. Numerose svolte permettono di superare agevolmente il ripido versante boscoso sovrastante la frazione del Pondel e raggiungere l'alpe di Petit Poignon. Poco dopo tale località, il sentiero si immette su una strada poderale (anche indicata con n. 1) che si segue sulla destra fino a raggiungere il Grand Poignon. Tempo di percorrenza ore 1,5.
  9. Vieyes - Chantel - Colle di Becca Planaz.
    Dal villaggio di Vieyes si imbocca il sentiero per il Bivacco Gontier. Appena oltre la radura di Plan Pessey un bivio verso destra si stacca dal sentiero principale. Dopo un agevole salita in un fitto bosco di Abete Bianco e Abete Rosso si esce in una radura in prossimità del casotto del PNGP del Chantel. Il sentiero prosegue verso il colle di Becca Planaz e scende verso Valsavarenche. Tempo di percorrenza ore 3. Dal casotto del parco esiste un altro sentiero che ritorna verso il Bivacco M.Gontier all'alpe Grand Nomenon (vedi itinerario 10).
  10. Vieyes- Sylvenoire - Plan Pessey Alpe Nomenon - traversata verso il Chantel - Colli di Belleface-Trayo.
    Partenza da Vieyes o Sylvenoire per raggiungere Plan Pessey e proseguire per l'alpe Grand Nomenon e il Bivacco M.Gontier. Dall'alpe del Nomenon esistono diverse possibilità di collegamento con la Valsavarenche (Colle di Belleface) e con Epinel e Cogne (Colle del Trajo) e con il casotto del parco del Chantel. Tempo di percorrenza ore 4,5.
  11. Ozein - Pessey - Turlin.
    Agevoli passeggiate pianeggianti partendo da Ozein verso Est o verso Sud-Ovest. Tempo di percorrenza ore 1.
  12. Località La Nouva (1300 mt - S.R. per Cogne) - Alpe Sisoret - Alpe Petit Nomenon - Bivacco Gontier (2323 mt).
    Dopo aver raggiunto frazione Vieyes, situata sulla strada di Cogne a 10 km da Aymavilles, continuare sulla strada stessa per 3 km; all'ultima svolta prima di arrivare allo sbarramento, detto "la Presa", sul torrente Grand Eyvia in località La Nouva, immettersi, a destra, sul sentiero n. 27C, che parte appena dopo la galleria paravalanghe e che sale all'alpeggio Sisoret (m. 1803). Superate le case proseguire sulla destra sullo stesso itinerario fino a congiungersi al sentiero n. 27B proveniente da Pianesse. Il percorso prosegue a mezzacosta attraversando il bois de Ronc fino a raggiunge l'alpe Petit Nomenon. In corrispondenza delle case, imboccare sulla sinistra il sentiero n° 5 che sale al Grand Nomenon e al bivacco Gontier. Tempo di percorrenza ore 3,5.
  13. Anello nei vigneti delle Crètes.
    Breve passeggiata nei vigneti alle spalle del castello di Aymavilles. Tempo di percorrenza ore 1.
  14. Vieyes (1158 mt) / Sylvenoire (1331 mt) - Bivacco Mario Gontier (2323 mt).
    Da Vieyes, seguire il sentiero che sale nel bosco verso le case di Plan Pessy e continua in piano fino al bivio per l'alpeggio Leutta. A questo punto bisogna invece proseguire nel bosco costeggiando il torrente, passando poi accanto ad alcuni casolari abbandonati per poi attraversare il torrente portandosi verso le case di Nomenon. Attraversare il torrente su di una passerella in legno e continuando a salire costeggiando il torrente si arriva all'alpeggio Grand Nomenon dove sorge il bivacco. Posti letto: 12. Apertura: chiavi presso Elio Gontier tel. +39 0165/902259 Tempo di percorrenza ore 3.
    In alternativa si può partire, accorciando l'itinerario di circa 1 ora dalla sovrastante frazione di Sylvenoire.

I percorsi di sci alpinismo

Al Nomenon in inverno

Aymavilles offre anche uno degli itinerari di scialpinismo più apprezzati della Valle, di media difficoltà, permette di ammirare, in un solo colpo d'occhio, tutti i più bei 4000 delle Alpi. La salita è possibile anche con le classiche racchette da neve.

Da Turlin o da Ozein si sale verso la Pointe de la Pierre passando attraverso gli alpeggi, per comodità si possono seguire le indicazioni dell'itinerario escursionistico n. 1.
Tempo di percorrenza ore 3,5.

Torna su